Infissi Olbia: colori e luce per la nuova Villa Galdi

Un lavoro di installazione infissi a Olbia tutto da raccontare, il cui risultato è stato garantito grazie agli step del metodo Oltrefinestra. Ecco come abbiamo rivestito di luce e colori Villa Galdi, a due passi dalla Costa Smeralda.

infissi_olbia_oltrefinestra_tani_serramenti: piscina ed esterni di Villa Galdi
Infissi a Olbia: il colpo d’occhio di Villa Galdi in una profumata serata estiva

Lasciamelo dire: non capita tutti i giorni di portare a termine un lavoro di installazione infissi a Olbia come quello che abbiamo realizzato per Villa Galdi, a pochissimi kilometri dalla Costa Smeralda.

Il signor Angelo, il nostro committente, aveva idee ben chiare, soprattutto per quanto riguarda l’atmosfera che voleva per casa sua: colori e luce. E per ottenere questo risultato, la scelta degli infissi giusti si è rivelata cruciale.

Ma andiamo con ordine.

Quando il signor Angelo si è rivolto a noi, la prima cosa che gli abbiamo chiesto è stata una sorta di intervista, condotta secondo il Protocollo Oltrefinestra.

Niente di complicato, ovviamente. Anzi, si tratta di una serie di domande molto concrete che ci aiutano ad ascoltare il cliente, a rilevare le sue vere esigenze e a mettere nero su bianco le soluzioni più adatte per raggiungere gli obiettivi.

Quello che ho appena descritto è il primo step del metodo Oltrefinestra. La garanzia del risultato finale passa attraverso altri 4 passaggi.

Anche per Villa Galdi, tra Olbia e la Costa Smeralda, è andata così.

Installazione infissi Olbia: le richieste del cliente

Il signor Angelo desiderava una casa moderna, con ampie vetrate per consentire alla casa di essere sempre illuminata di luce naturale.

Così, con la progettazione di Domenico Abeltino, la macchina dei lavori si è messa in moto.

Il bisogno di luce naturale e quello di esaltare tutte le finiture della villa richiedevano un lavoro – da parte di noi serramentisti – che cominciasse proprio dalla fase della progettazione. Ci siamo, quindi, seduti al tavolo progettuale e abbiamo proposto le soluzioni più idonee per raggiungere l’obiettivo.

Infissi alluminio Olbia: la scelta per Villa Galdi

Il grado di luminosità che può assicurare un infisso dipende in larga parte dalla scelta del vetro.

Tuttavia, anche il telaio del serramento ha la sua importanza.

Ecco perché ci siamo orientati su serramenti minimali, per avere più ampia parte vetrata possibile.

Nessuna barriera architettonica sulle soglie delle vetrate scorrevoli: questo vuol dire soglia incassata a filo pavimento e griglia con raccolta dell’acqua in acciaio.

Poi, ci siamo dedicati alla zona notte.

Infissi: installazione nella zona notte

Nella zona notte della villa, abbiamo progettato gli infissi in modo da garantire la possibilità di oscurare gli ambienti con sistemi a scomparsa per non intaccare l’estetica minimale e pulita della casa.

La scelta dei vetri corrispondeva a una richiesta molto specifica e anche molto importante da parte del nostro cliente: Villa Galdi doveva essere a risparmio energetico.

Dopo aver individuato le soluzioni migliori per assicurare gli obiettivi richiesti dal cliente, si sono succeduti tutti gli step dei lavori.

E non senza qualche intoppo.

Villa Galdi: problemi e risoluzioni

Il signor Angelo ci teneva molto a dare a tutto il lavoro la propria impronta estetica. Da questo è dipesa, sostanzialmente, la scelta di vetrate scorrevoli e di serramenti in alluminio minimal.

Ovviamente, la progettazione ha previsto anche il completo isolamento termo/acustico e il lavoro sui sistemi integrati come i cassonetti monoblocco, in cui abbiamo alloggiato un telo avvolgibile motorizzato e centralizzato con domotica e serramenti a battente minimal.

Ma non tutto è filato proprio liscio come l’olio. C’era da aspettarselo, ed ecco perché è importantissimo lavorare secondo un metodo in grado di prevedere eventuali criticità e risoluzioni pronte per essere applicate.

Le vetrate

Problema e soluzione n°1: la disposizione delle vetrate scorrevoli

Tutte le vetrate erano disposte a sud. Dovevamo evitare che il corposo apporto del sole surriscaldasse troppo gli ambienti interni, causando un discomfort soprattutto nel periodo che va dalla tarda primavera all’estate.

Abbiamo risolto questo problema scegliendo vetri selettivi (a controllo solare) che avessero la più alta trasmissione luminosa (TL) possibile, ma allo stesso tempo un Fattore solare (G) basso. In questo modo, l’ambiente è rimasto ben illuminato, ma i raggi ultravioletti non sono penetrati all’interno dell’abitazione.

Problema e soluzione n°2: la vetrata scorrevole principale

La vetrata scorrevole principale doveva avere dimensioni importanti per dare carattere alla casa.

Abbiamo, quindi, optato che una soluzione che suddividesse la vetrata con un “marcapiano” che seguisse la linea del cordolo del solaio e che dividesse idealmente il piano terra dal piano primo.

Per esigenze estetiche, abbiamo quindi realizzato 2 scorrevoli:

  • il principale con misure 4500×2700
  • il secondo posizionato sopra la trave di misura 4500×1550

Il marcapiano, composto da due travi “IPE” (indipendenti l’una dall’altra per garantire l’isolamento), è stato calcolato per evitare che, cedendo e inarcandosi, potesse gravare sullo scorrevole inferiore rischiando di danneggiarlo.

Problema e soluzione n°3: le soglie delle vetrate scorrevoli

Tutte le soglie delle vetrate scorrevoli dovevano essere incassate a pavimento. Per questo motivo, abbiamo progettato col nostro ufficio tecnico delle canaline per la raccolta e il drenaggio dell’acqua piovana. Abbiamo così evitato che l’acqua potesse filtrare all’interno.

Ecco i sistemi utilizzati per assicurare questo risultato:

  • Vetrate scorrevoli Metra NC-S120STH slim, colore bianco ral  9010 opaco, con valori di isolamento termico di 1.5 W/m2K
  • Sistemi a battente Metra nc-65STH-HES minimale, colore bianco ral 9010 opaco, con valori di isolamento termico di 1.7w/m2k
  • Cassonetti monoblocco Pasini group, con spalla da 62 con tapparella in alluminio coibentato motorizzata.
  • Vetri per finestre  a battente: secondo norma UNI 7695  con lastra esterna 4mm – canalina da 16 warm-edge+ argon – lastra interna 33.1 basso emissivo
  • Vetri per porte a battente : secondo norma UNI 7695, con lastra esterna 33.1 stratificata – canalina da 16 warm-edge+ argon – lastra interna 33.1 basso emissivo
  • Vetri per vetrate scorrevoli esposte a sud: lastra esterna 44.2 stratificata selettiva – canalina da 16 warm-edge+argon – lastra interna 44.2 stratificata basso emissiva.
  • Dimensione vetrate scorrevoli:
  1. depandance: scorrevole metra nc-s120sth, dimensioni 5000×2200

2. soggiorno: scorrevole  metra nc-s120sth, dimensioni totali 4500×4500 ( suddivisa in 4500×2700 e 4500×1550)

3. zona pranzo: scorrevole metra nc-s120sth, dimensioni 4500×2700

Lo so: i numeri e i dati possono essere molto noiosi. Ma possono aiutarti a immaginare di cosa parlo e qual è il risultato che siamo riusciti a raggiungere, movimentando vetrate di tali dimensioni.

Infissi Olbia: la progettazione e la posa in opera

Da sempre, il nostro obiettivo principale è garantire il benessere abitativo e il risparmio energetico per le case di tutti i clienti che si rivolgono a noi.

A Villa Galdi abbiamo visto concretizzarsi questi 2 obiettivi giorno dopo giorno, e ancor prima di entrare in cantiere. La fase della progettazione iniziale è stata fondamentale, in questo.

Grazie al nostro Sistema Unico di lavoro Oltrefinestra, abbiamo elaborato un Piano dei Lavori completo e chiaro in ogni dettaglio, con la descrizione di tutte le singole fasi che avrebbero costituito i lavori. In questo modo, niente è stato lasciato al caso e il cliente ha potuto seguire passo passo tutte le fasi del lavoro per la sua villa.

Il nostro metodo nasce dall’esperienza di oltre 45 anni nella progettazione, produzione e installazione di serramenti a Olbia e Sassari.

Oltrefinestra prevede 4 fasi ben delineate:

  • analisi e consulenza
  • progettazione
  • posa qualificata
  • triplice garanzia

Un percorso che porta il cliente direttamente al risultato tanto desiderato.

E infatti, Villa Galdi è stata classificata in classe energetica A4.

Una fantastica soddisfazione per noi, non c’è che dire!

Il tuo serramentista di fiducia a Olbia

Per avere il massimo dai tuoi infissi nuovi, hai bisogno di scegliere i giusti serramenti senza commettere errori. Non hai bisogno di un serramentista che ti voglia vendere “il miglior infisso sul mercato”, ma un consulente che ti guidi alla migliore soluzione per le tue esigenze.

La mia sede si trova a Monti, mentre lo showroom è a Olbia.

Se hai bisogno di aiuto con la sostituzione dei tuoi infissi, contattatami qui.

Dino Tani

Dino Tani

Dino Tani

Dino Tani

Articoli correlati